Come leggere un libro al giorno, senza usare la lettura veloce

Come leggere un libro al giorno, senza usare la lettura veloce

Ho scoperto una modalità che mi aiuta a leggere libri e manuali a un velocità che non consideravo possibile. Facciamo una breve premessa, tutti gli smartphone sono pensati, giustamente, anche per chi ha disabilità e all’interno di tutti i sistemi operativi esistono diverse funzioni di ACCESSIBILITÀ che aiutano a utilizzare questi strumenti con maggiore disinvoltura. Esistono funzioni per chi ha problemi di vista, interazione e udito.

Sfruttando una di queste funzioni potremo leggere eBook, articoli e qualsiasi altro contenuto contenuto sul nostro telefono a velocità superiori all’ascolto di un audiolibro.

I problemi maggiori di chi vuole leggere libri sono il tempo e l’attenzione

Vi spiego in breve come fare. Ecco cosa vi occorre:

 

  1. Smartphone o tablet iOS (iPhone, iPad), Android, o Windows Phone.
  2. Cuffie auricolari
  3. Una qualsiasi applicazione di lettura ebook (iBooks, Kindle,…)

Ecco i passaggi per ascoltare i libri da iOS:

 

[gdlr_toggle_box style=”style-1″ ]
[gdlr_tab title=”1. VAI IN IMPOSTAZIONI” active=”yes”]

Dalla schermata principale del tuo iPhone o iPad

tocca l’icona IMPOSTAZIONI.

[/gdlr_tab]
[gdlr_tab title=”2. SELEZIONA GENERALI”]

Ora seleziona la scritta GENERALI.

[/gdlr_tab]
[gdlr_tab title=”3. TOCCA ACCESSIBILITÀ”]

Scegli ACCESSIBILITÀ

[/gdlr_tab]
[gdlr_tab title=”4. SELEZIONA VOCE”]

Tocca la scritta VOCE.

[/gdlr_tab]
[gdlr_tab title=”5. ABILITA LEGGI SELEZIONE e LEGGI SCHERMATA”]

Porta verso destra il pulsante di LEGGI SELEZIONE e di LEGGI SCHERMATA

Vediamo a cosa servono queste impostazioni:

  • LEGGI SELEZIONE – Ti permetterà di farti leggere il testo che selezioni, ti basterà selezionare un qualsiasi testo e vedrai apparire il tasto LEGGI. Premendolo ascolterai la tua selezione.
  • LEGGI SCHERMATA – Ti permetterà di farti leggere qualsiasi schermata di testo del tuo iPhone o iPad, semplicemente scorrendo due dita dall’alto verso il basso sullo schermo.
  • EVIDENZIA CONTENUTO – Ti permetterà di vedere evidenziato il testo che sta leggendo. Ho scelto di abilitare questa opzione e ti spiegherò nel prossimo punto il perché.
  • VELOCITA’ VOCE – In questa schermata troverai in fondo anche VELOCITÀ VOCE, che ti permetterà di decidere a che velocità ascoltare il testo.

[/gdlr_tab]

[gdlr_tab title=”6. DECIDI QUALI CONTENUTI EVIDENZIARE”]

Scegli se evidenziare il testo mentre ti viene letto

Dalla selezione della voce EVIDENZIA CONTENUTO nel punto 5 di questa guida, verrai condotto in questa schermata che ti permetterà di:

  • ABILITARE L’EVIDENZIAZIONE – Spostando il cursore sul verde potrai abilitare l’evidenziazione del testo che ti starà leggendo.
  • COSA EVIDENZIARE? – Nella scelta successiva trovi “Parole”, “Frasi”, “Parole e frasi”. Da qui decidi cosa farti evidenziare. Io sono molto comodo con Parole e frasi, ma è una questione di abitudine.
  • COME EVIDENZIARE? – Da “Stile evidenziazione frase” potrai scegliere come visualizzare l’evidenziazione, quindi se con la sottolineatura o con un colore di sfondo.

Il primo che mi dice che il termine giusto è Evidenziatura e non evidenziazione lo mando direttamente a questo link a verificare e a rivedere lo screenshot inserito dove pure mamma Apple lo scrive 🙂

[/gdlr_tab]

[gdlr_tab title=”7. ENTRA IN IBOOKS”]

Apri iBooks o la tua App che contiene gli ebooks,

se non ne hai una la potrai certamente trovare su App Store

[/gdlr_tab]

[gdlr_tab title=”8. SCORRI CON DUE DITA VERSO IL BASSO”]

Scorri due dita verso il basso

Dopo aver selezionato e aperto il tuo libro, appoggia due dita sulla parte alta dello schermo del tuo iPhone o del tuo iPad e scorrile verso il basso.

  • La riproduzione del libro partirà dopo pochi istanti – Subito dopo aver passato le dita sul telefono la riproduzione partirà. Se dovessi avere problemi, verifica tutti passaggi e nel caso non si risolvessero chiudi e riapri iBooks.

[/gdlr_tab]

[gdlr_tab title=”9. ASCOLTA IL TUO PRIMO EBOOK”]

Box voce Apple, avanzamento capitoli, volume, velocità

Gestisci riproduzione, pause, velocità e capitoli

  • Box con i comandi – Da qui puoi gestire riproduzione, pausa, velocità e capitoli.
  • Paragrafo e parola evidenziati – Se osservi l’immagine superiore ti accorgerai che il primo paragrafo è di un colore leggermente differente e ancora differente è la parola ORDINARIE.
  • Sposta il box o riducilo – Il box può essere ridotto e spostato sullo schermo. Quando è chiuso visualizzerai una piccola freccia.

[/gdlr_tab]

[/gdlr_toggle_box]


[gdlr_toggle_box style=”style-1″ ]
[gdlr_tab title=”PREGI DI QUESTA MODALITÀ DI LETTURA”]

  1. Leggi molto più velocemente – Questa modalità di lettura è imparagonabile come velocità alla lettura classica.
  2. Ci si abitua velocemente alla voce dell’assistente vocale – La voce dell’assistente vocale all’inizio è fastidiosa, ma ci si abitua velocemente alle imprecisioni e al riascolto per comprendere meglio quanto letto.
  3. Puoi riavvolgere quando vuoi

    – A volte succede di non comprendere bene delle parti o di volerle riascoltare, con il tasto indietro si può sempre tornare in dietro di una pagina e riascoltarla.

  4. Diminuisci le distrazioni perché leggi e ascolti

    – Abilitando anche l’evidenziazione si può seguire quello che si ascolta.

  5. Utilizzi due canali d’ascolto differenti

    – Puoi utilizzare due canali d’ascolto insieme, quello visivo e quello auditivo. Oppure decidere di utilizzare solo quello auditivo.

  6. Puoi ascoltare leggere mentre fai altre attività

    – Gli audiolibri hanno cambiato il modo di vivere la lettura e i luoghi nei quali si legge, lo stesso può fare questa tipologia di ascolto. Potrai ascoltare mentre viaggi, mentre fai attività quotidiane, mentre passeggi o mentre fai attività fisica.

  7. Puoi aumentare la velocità di lettura

    – Nel lungo periodo si può aumentare la velocità di ascolto, tramite il simbolo “lepre” dal box dei comandi e volendo facendosi aiutare dall’evidenziazione del testo.

  8. Puoi creare audiobook dagli ebook 

    – Il quantitativo di audiolibri esistenti è ancora molto limitato, con questa forma di lettura si possono creare audiolibri da qualsiasi ebook.

  9. Passa da solo da una pagina a quella successiva

    – Il passaggio da un capitolo all’altro è immediato senza pause. Sfoglia da solo le pagine e nel caso di telefonata la lettura andrà in pausa da sola.

[/gdlr_tab]

[gdlr_tab title=”DIFETTI DI QUESTA MODALITÀ DI LETTURA”]

  1. Non c’è la magia della carta

    – L’odore e il tatto della carta mancano e non è una piccola mancanza, anche se ormai in tanti hanno compreso che si può tornare al piacere della lettura classica quando si vuole. Questo è semplicemente un’altra modalità.

  2. Chi legge a volte è ostico alla tecnologia

    – Negli ultimi anni c’è stata un’inversione di tendenza, ma proporre a chi legge su carta di passare al digitale è ancora uno scoglio molto grande. Chiedergli di ascoltare un assistente vocale che legge è come chiedere a un cuoco cosa ne pensa del purè che avete appena fatto col Bimby.

  3. Devi coordinare bene lettura e ascolto

    – Non tutti riescono a concentrarsi bene nella lettura se vengono disturbati utilizzando contemporaneamente due canali d’ascolto. Occorrerà del tempo per abituarsi all’ascolto leggendo anche le parole, oppure bisognerà decidere quale dei due canali di ascolto utilizzare.

  4. La voce di lettura non è naturale

    Questa modalità di ascolto è molto compromessa dalla qualità di lettura dell’assistente vocale. Per il momento la qualità è abbastanza buona, ma spesso sarà difficile comprendere alcuni passaggi al primo ascolto, a causa della punteggiatura, che non sempre è perfetta, del contesto e del significato delle parole.

  5. Non puoi crearti le vocine nel cervello 

    – Alcune persone quando leggono creano i propri personaggi, che hanno una loro personalità e una loro voce. È molto più difficile farlo con questo metodo di ascolto, per questo motivo diversi amici che hanno provato questa modalità di lettura hanno scelto di leggere testi accademici o tecnici piuttosto che romanzi.

  6. Se il tuo dispositivo non è aggiornato andrà male

    I possessori di dispositivi Apple hanno alcuni importanti accorgimenti da seguire, nel caso il proprio assistente vocale non funzionasse bene. I sintomi classici sono: impossibilità di attivazione di Siri o della modalità voce, lenta reazione alle richieste, altre difficoltà di riproduzione. In questi casi occorre fare un backup e ripristinare il dispositivo direttamente da iTunes. Queste problematiche nascono dalla sovrapposizione di aggiornamenti, cosa significa? Significa che tu stai sempre, correttamente, aggiornando il tuo dispositivo quando il sistema ti dice che è da fare, ma sappi che ogni, massimo, 2 sistemi operativi installati, conviene fare l’operazione che ti ho scritto sopra.

[/gdlr_tab]
[/gdlr_toggle_box]

Per un grandissimo periodo ne ho fatto una questione di inconcludenza, incostanza e svogliatezza, poi ho studiato i canali di ascolto e di apprendimento e facendo caso alle mie modalità ho scoperto di essere un soggetto con una grandissima preferenza per l’ascolto.

Praticamente, faccio maggiormente attenzione e imparo ascoltando.

Cominciavo un libro poi non lo portavo a termine e questa situazione è sempre stata molto frustrante. Vedere la pila di “incompiuti” sul comodino mi dava una sensazione di inadeguatezza alla cultura, come potevo studiare bene se non riuscivo nemmeno a leggere fino in fondo un libro che mi interessava?

Leggere è sempre stata un’attività molto difficoltosa per me e non capivo perché. Ora lo so e riesco a leggere un libro al giorno e in alcune giornate anche di più.

 

Tra qualche giorno aggiornerò l’articolo con la procedura per Android.

Come collegare il proiettore al pc Windows

Come collegare il proiettore al pc Windows

Collegare un proiettore o una tv ad un computer Windows è un’operazione che richiede solo un po’ di pratica, quindi non preoccuparti e segui questi passaggi, così potrai imparare a farlo senza problemi.

Ecco i passaggi per connettere un proiettore al computer con sistema operativo Windows:

Devi avere a disposizione:

  1. Computer con sistema operativo windows 🙂
  2. Cavo VGA oppure Cavo HDMI a seconda delle connessioni del tuo computer
  3. Proiettore (o televisione)
  4. Voglia di non perderti d’animo se non si vedesse nulla

Ecco i passaggi per la connessione di Computer e proiettore.

1. Accendi il proiettore
Individua il tasto ON sul proiettore, non è sempre ben visibile, ma lo riconosci per il classico simbolo .

Se la luce della sala è soffusa, vedrai meglio il momento di accensione.

Tasto ON proiettore

2. Individua la porta VGA o HDMI

Porta VGA

Porta VGA

Porta HDMI

Porta HDMI

Individua la porta VGA, HDMI oppure DVI del tuo computer.La VGA ha una qualità inferiore, non trasmette l’audio, ma è la porta maggiormente diffusa e che molto probabilmente troverai nel tuo computer.La porta HDMI permette una qualità molto alta delle immagini che arrivano al proiettore e in molti casi permette anche il passaggio delle informazioni audio che invia il nostro pc.Della porta DVI devi sapere che ha una qualità intermedia tra le porte sopra descritte, che si comporta come una porta VGA, e che è poco diffusa.
3. Connetti il cavo alla porta VGA o HDMI
La connessione “fisica” del cavo tra computer e proiettore è veramente molto semplice devi connettere il cavo ad entrambe le estremità.Ricorda la scritta che trovi accanto alla connessione sul proiettore, sarà qualcosa tipo: COMPUTERVGA INPC INHDMI INHDMI 1.Se il cavo VGA dovesse rimane leggermente in tensione è meglio avvitarlo anche con le viti dei connettori, altrimenti puoi farne a meno.I cavi esistono di tante lunghezze, non essere tirchio quando acquisti un cavo e prendilo di una metratura che possa esserti d’aiuto nel caso il proiettore fosse lontano dal computer.

Cavo VGA

Cavo HDMI

Cavo audio 3,5 mm

Ricorda che esiste anche il cavo audio con jack da 3,5 mm che se connesso al vostro PC e a delle casse acustiche (o ad alcuni proiettori predisposti) ti farà ascoltare anche il sottofondo audio, fondamentale se devi proiettare un filmato.
4. Verifica che il proiettore sia sulla giusta fonte

Pannello di controllo proiettore

Il tuo compito è verificare che il proiettore stia ricevendo il segnale proprio dalla porta nella quale hai collegato il tuo cavo.Nel caso non lo fosse devi agire sul tasto SOURCE oppure selezionare il nome della FONTE dal telecomando o sul pannello di controllo del proiettore.
5. Verifica che il PC stia inviando il segnale
A seconda del sistema operativo in uso potrai verificare se il tuo computer sta inviando correttamente il segnale al proiettore.Di seguito troverai un’indicazione dei passaggi nelle varie versioni di Windows.
Windows 10

Questa versione rileva e installa automaticamente il proiettore o la tv connessa al tuo PC.

Se non dovesse avvenire premi il tasto FINESTRA WINDOWS + P

Windows 10

Windows 8 – Windows 8.1 – Windows RT 8.1

In genere queste versioni rilevano e installano automaticamente il proiettore o la tv connessa al nostro PC.

Se non dovesse avvenire premi il tasto FINESTRA WINDOWS + P

Windows 8 – 8.1 – RT

Windows 7
  1. Collega il cavo tra proiettore e PC
  2. Se vedi già tutto sei ok, altrimenti prosegui 😀
  3. Click con il tasto destro del mouse sullo sfondo del desktop
  4. Click su “Risoluzione dello schermo
  5. Click nel menù a tendina “Più schermi” e seleziona “Duplica questi schermi
  6. Click su “Applica
  7. Se le impostazioni di risoluzione e colore non sono ok regolale, altrimenti prosegui col punto successivo
  8. Click su “OK”
  9. Divertiti ad usare il proiettore.

Se non fossero bastati questi passaggi puoi trovare le indicazioni di Microsoft per la connessione del PC al proiettore a questo link Clicca qui

Windows 7

Windows XP
  1. Collega il cavo tra proiettore e PC
  2. Se vedi già tutto sei ok, altrimenti prosegui 😀
  3. Click con il tasto destro del mouse sullo sfondo del desktop
  4. Click su “Proprietà
  5. Click sul pannello “Impostazioni
  6. Click sul Monitor numero 2
  7. Click per spuntare “Estendi desktop su questo monitor” per allargare la scrivania al secondo monitor
  8. Click su “Applica
  9. Se le impostazioni di risoluzione e colore non sono ok regolale, altrimenti prosegui col punto successivo
  10. Click su “OK”
  11. Divertiti ad usare il proiettore.

Windows XP

Principali errori o problemi
  1. Non aver collegato la corrente elettrica al proiettore o non averlo acceso – Attacca la corrente e fai finta di nulla!

  2. Cavo disinserito dal proiettore o dal computer, a volte anche successivamente ad aver tirato il cavo senza accorgersene – Inserisci quel cavolo di cavo e se è un cavo VGA e vuoi sentirti più sicuro avvitalo anche

  3. Cavo inserito in una porta OUT del proiettore – Cambia porta ed inseriscilo in una porta OUT

  4. Cavo rotto – Questo problema mette in difficoltà tantissimi tecnici esperti che non pensano al problema più semplice ed è risolvibile sostituendo il cavo.
Come collegare il proiettore al computer Apple Mac

Come collegare il proiettore al computer Apple Mac

Collegare un proiettore o una tv ad un computer Apple Mac è veramente semplicissimo e richiede pochissimi passaggi e un po’ di pratica.

Quindi non preoccuparti e segui questi passaggi, così potrai imparare a farlo senza problemi.

Ecco i passaggi per connettere un proiettore al computer con sistema operativo Apple.

Devi avere a disposizione:

  1. Computer con sistema operativo Apple 🙂
  2. Adattatore da Thunderbolt (in passato si chiamava Mini DisplayPort e prima ancora Mini DVI)  a VGA (oppure HDMI). Nei nuovi Mac occorre un Adattatore multiporta da USB-C a AV digitale (HDMI) o a VGA
  3. Cavo VGA oppure Cavo HDMI a seconda del adattatore che hai a disposizione
  4. Proiettore o in alternativa televisione o schermo pc
  5. Voglia di non perderti d’animo se non si vedesse nulla

Ecco i passaggi per la connessione di Computer Apple e proiettore.

1. Accendi il proiettore
Individua il tasto ON sul proiettore, non è sempre ben visibile, ma lo riconosci per il classico simbolo.

Se la luce della sala è soffusa, vedrai meglio il momento di accensione.

Tasto ON proiettore

2. Connetti l’adattatore al tuo Mac
I nuovi computer Apple hanno una nuova porta universale rinominata USB-C. Ha nuove funzioni rispetto alla precedente Thunderbolt e ha due adattatori che ti permetteranno di avere un’uscita video (VGA o HDMI a seconda dell’adattatore), una porta USB standard e un’ulteriore porta USB-C per connettere altri adattatori.

Connessione USB-C Video

Connessione USB-C

Adattatore da USB-C a HDMI

Adattatore USB-C HDMI

Adattatore da USB-C a VGA

Adattatore USB-C VGA

I computer Apple hanno una porta universale che dovrai individuare.Le porte a seconda del periodo di acquisto possono essere differenti, ma quella degli ultimi 7-8 anni è unica e si chiama Thunderbolt. È identica alla Mini displayPort e gli adattatori di una vanno bene anche sull’altra.Quando avrai individuato questa porta, dovrai andare ad acquistare un’adattatore VGA o HDMI per il proiettore al quale devi attaccarlo.Se non sai qual’è l’attacco giusto acquista 2 adattatori, da Thunderbolt a VGA e da Thunderbolt a HDMI vedrai che se fai spesso attività con proiettori non tuoi è molto meglio averli entrambi.La VGA ha una qualità inferiore, non trasmette l’audio, ma è la porta maggiormente diffusa e che molto probabilmente troverai nella maggior parte dei proiettori.

La porta HDMI permette una qualità molto alta delle immagini che arrivano al proiettore e in molti casi permette anche il passaggio delle informazioni audio che invia il nostro Mac.

Della porta DVI devi sapere che ha una qualità intermedia tra le porte sopra descritte, che si comporta come una porta VGA, e che è poco diffusa.

Thunderbolt_Mini_DisplayPort

Thunderbolt Mini DisplayPort

Apple-Mini-DisplayPort-to-VGA-Adapter-MB572ZB-0

Adattatore Thunderbolt – VGA

cable-adaptateur-connexion-mini-displayport-vers-hdmi-femelle-pour-apple-mac-macbook-pro-air-900080821_ML

Adattatore Thunderbolt – HDMI

MacBook Pro Retina Display Porta HDMI

MacBook Pro Retina Display Porta HDMI

In diverse versioni di portatili MacBook Pro troverai direttamente una porta DVI o HDMI, che potrai utilizzare per la connessione al proiettore, senza bisogno di ulteriori adattatori.

Verifica questa caratteristica prima dell’acquisto di qualsiasi adattatore.

3. Connetti il cavo all'adattatore e alla porta VGA o HDMI
La connessione “fisica” del cavo tra adattatore e proiettore è veramente molto semplice devi connettere il cavo al proiettore, quindi all’adattatore e a quel punto lo puoi attaccare alla porta Thunderbolt del Mac.Ricorda la scritta che trovi accanto alla connessione sul proiettore, sarà qualcosa tipo: COMPUTERVGA INPC INHDMI INHDMI 1.Se il cavo VGA dovesse rimane leggermente in tensione è meglio avvitarlo anche con le viti dei connettori, altrimenti puoi farne a meno.I cavi esistono di tante lunghezze, non essere tirchio quando acquisti un cavo e prendilo di una metratura che possa esserti d’aiuto nel caso il proiettore fosse lontano dal computer.

Cavo VGA

Cavo HDMI

Cavo audio 3,5 mm

Ricorda che esiste anche il cavo audio con jack da 3,5 mm che se connesso al vostro Mac e a delle casse acustiche (o ad alcuni proiettori predisposti) ti farà ascoltare anche il sottofondo audio, fondamentale se devi proiettare un filmato.
4. Verifica che il proiettore sia sulla giusta fonte

Pannello di controllo proiettore

Il tuo compito è verificare che il proiettore stia ricevendo il segnale proprio dalla porta nella quale hai collegato il tuo cavo.Nel caso non lo fosse devi agire sul tasto SOURCE oppure selezionare il nome della FONTE dal telecomando o sul pannello di controllo del proiettore.
5. Verifica che il Mac stia inviando il segnale
Quando attaccherai il cavo al Mac vedrai le immagini quasi immediatamente.Se ciò non dovesse avvenire, prova a verificare che i cavi siano connessi correttamente e se lo sono prova a disconnettere e riconnettere l’adattatore al Mac.

OSX Sierra – El Capitan – Yosemite – Mavericks – Mountain Lion – Lion

Queste versioni rilevano automaticamente il proiettore o lo schermo esterno.

OSX Yosemite 10.10

OSX Yosemite 10.10

Principali errori o problemi
  1. Non aver collegato la corrente elettrica al proiettore o non averlo acceso – Attacca la corrente e fai finta di nulla!

  2. Cavo disinserito dal proiettore o dal Mac (o adattatore), a volte anche successivamente ad aver tirato il cavo senza accorgersene – Inserisci quel cavolo di cavo e se è un cavo VGA e vuoi sentirti più sicuro avvitalo anche

  3. Cavo inserito in una porta OUT del proiettore – Cambia porta ed inseriscilo in una porta OUT

  4. Cavo rotto – Questo problema mette in difficoltà tantissimi tecnici esperti ed è risolvibile sostituendo il cavo

© Copyright FormatoreEfficace 2015-, All Right Reserved - GENIOALLOPERA P.I. 02952261200